4° Edizione  I  sabato 19.10.19

BET_logo_vettoriale.png
  • Facebook Icona sociale
  • Instagram Icona sociale
RETE UNO AE.png

Val Bregaglia

– l’altro sud della Svizzera

Ghiacciai azzurri e ripide pareti granitiche. Pini cembri nodosi e pascoli ameni. Profumati alberi di fichi, magnifiche selve castanili e giardini ricchi di ortaggi. La Bregaglia è una valle della Svizzera dai tanti aspetti che scorre da est a ovest; dal villaggio alpino di Maloja (1800 m) al pittoresco paesino di Castasegna (690 m) per proseguire fino alla tranquilla cittadina italiana di Chiavenna (333 m).

È una valle di transito, i paesi tanti anni fa erano attraversati da importanti vie di comunicazione che raggiungevano il passo del Settimo. Dei tempi passati testimoniano le ricche case patriziali dai tetti ricoperti da lastre di pietra, che emanano un tocco d’italianità. È una valle con vari terrazzamenti da nord a sud, “la soglia del paradiso” come sembra descrivesse il paese di Soglio il famoso pittore Giovanni Segantini. Una valle artistica che ha dato i natali anche alla dinastia dei Giacometti, il cui rappresentante più famoso, Alberto, ha saputo creare dall’arcaico una nuova modernità. 

Questa delicata associazione di contrasti influenza pure la cucina bregagliotta: sugli alpeggi pascolano capre, pecore e mucche, esse forniscono latte, burro, formaggio e carne. I campi soleggiati sono coltivati con frumento (farro, miglio e segale, successivamente anche mais). Un altro importante alimento è la castagna, il paesaggio tra Soglio e Castasegna infatti è caratterizzato dalle sue magnifiche selve.

Al di sotto della Porta i giardini sono coltivati con diversi ortaggi e alberi da frutta. Inoltre i luminosi boschi e i verdi prati offrono bacche, funghi, erbette aromatiche, delicate insalate e – da non dimenticare – anche la selvaggina.

Festeggiamo questo meraviglioso paesaggio di montagna baciato dal sud!

La castagna

Dalla coltivazione al raccolto, all’essiccazione

I diversi terrazzi della Valle favoriscono la crescita di un particolare albero: il castano.
La castagna ama il sole e sopporta anche i terreni aridi. Le radici di questo albero sono profonde, perciò cresce, adattandosi, anche sui pendii, non necessita di molta cura e il raccolto è buono. Il frutto ideale per gli abitanti di montagna.

Una delle selve più grandi d’Europa si estende tra Castasegna, Promontogno e Soglio: Brentan/Plazza. A luglio la valle nella regione di Sotto Porta profuma dei suoi fiori, in autunno quando si avvicina il periodo della raccolta, focolari sparsi nelle selve bruciano le sue foglie. La castagna è particolare poiché necessita di un suolo morbido dove cadere delicatamente per non marcire. La selva è paragonabile ad un giardino inglese ben curato.

Ad ottobre si raccolgono le castagne. Sopra il fuoco esse vengono fatte essiccare ed affumicate, in Bregaglia ciò avviene ancora tradizionalmente nelle “cascine”, piccole stalle poste ai margini della selva. I frutti essiccati vengono successivamente macinati, trasformati in farina.

                        

 

Consiglio: tra Castasegna e Soglio si estende un percorso didattico. Diverse postazioni rivelano preziose informazioni sulla coltivazione, sulla cura e sul significato ecologico del castano, il tutto in un’oretta  di cammino nella selva di Brentan.

Bontà alle castagne

Pasta & pane, torte & tant'altro…

La riscoperta della castagna non è soltanto un omaggio alla tradizione, è molto di più dato che è considerato un alimento moderno e sano: il frutto è privo di glutine, ricco di proteine e povero di grassi. Chi di voi non riconosce il prelibato profumo delle caldarroste, che in autunno conquista anche le cittadine svizzere!

In Bregaglia, tradizionalmente con la farina di castagne si preparava il pane, oggigiorno nell’impasto si aggiungono frumento o farro. Anche la pasta – in special modo pizzoccheri e gnocchi – è deliziosa e insuperabili sono i dolci: torte alle castagne, soufflé, budini e amaretti. Ma non solo, la castagna è usata per la preparazione di birra e liquori.

 

 

Consiglio: visitate le pasticcerie della valle!

Pasticceria Caffè

Negozio Salis 

7608 Castasegna

 

Panetteria Pasticceria

Gonzalez

7603 Vicosoprano

Molino Panificio

Scartazzini

7606 Promontogno

 

             

 

Soglio-Produkte

Dalla cucina alla cosmesi

La tradizione prevedeva l’uso di erbette aromatiche e prodotti locali in cucina. Gli stessi prodotti avevano da sempre anche poteri curativi ed erano particolarmente apprezzati nella cosmesi naturale, che in Bregaglia da ormai 40 anni è rappresentata dalla ditta Soglio-Produkte. Essa non solo lavora le materie prime che crescono in montagne, ma produce e smercia direttamente in Val Bregaglia.

In questo modo l’innovazione incrocia la sostenibilità. L’erba San Giovanni (iperico) cresce selvaggiamente sui pendii, dopo la raccolta la maturazione avviene nell’olio di germi di cereali in un giardino a Castasegna. Il siero del latte di pecora, il burro di capra, la calendula e la lavanda sono pure prodotti regionali; ed ecco che la castagna riappare nelle delicata lozione dopobarba.

 

Informazioni: www.soglio-produkte.com

Consiglio: ogni mercoledì alle ore 10.30 Soglio-Produkte organizza una visita guidata alla manifattura di Castasegna. Annunciatevi, visitatela e lasciatevi viziare.

Bregaglia

"Il video"

La mia Bregaglia

La mia Bregaglia resta sempre nel mio cuore.

Tutta la mia infanzia l'ho trascorsa in questa valle dalle lunghe ombre

e ogni qualvolta che ci ritorno, mille sono le emozioni che provo, ricordando ogni sasso, albero o corso d'acqua con cui giocavo.

Oggi sono molto felice di portare l'evento della Sfida ai Fornelli

nella mia amata valle.

David Schnell "promotore evento"

Sito Bregalia

Eventi per passione

​© 2009 - 2019  David Schnell Communication GmbH. Web Design by INIDEASS. All Rights Reserved.

Photo credits: David Schnell Photography